Frammenti

Home > Frammenti > Frammenti di strada > Le cicogne di Gavasseto

Le cicogne di Gavasseto

A partire da una coppia, una singola coppia testarda e caparbia che si installò una ventina d'anni fa sulla sommità di un palo della luce, a Gavasseto - non memorabile borgo ai bordi del Comune di Reggio Emilia - prospera una piccola ed amabile colonia di cicogne.
Ho contato sei nidi quest'anno: non sono tutti dei superattici come il primo dei primi, quello raffigurato in foto, ma sono comunque fuori scala. In volo sono uno spettacolo: le grandi vele bianche bordate di nero, il becco quasi fluo, il gestio melodioso e fluido. Non ne ho mai viste appoggiate a terra, ma nel nido appaiono un po' goffe su quelle gambette sottili, che paiono sempre sul punto di spezzarsi.

Le cicogne sono monogame, e da questa caratteristica è nata la simbologia che le vede rappresentare la continuità coniugale, ma anche la longevità.

Le trovi ogni primavera con un paio di "piccoli", in realtà in pochi giorni grandi come tacchini e altrettanto spennacchiati. MI sono fermato per riprenderle: ci passo ogni volta che scendo in città e sempre mi dico devo prenderle. Le ho prese.