Frammenti

Home > Frammenti > Frammenti di cucina > Lasagna bianca e verde

Lasagna bianca e verde

Variazioni sul tema lasagna.

Siamo tutti votati all'autoproduzione, ma càpita quel giorno che no, quell'ora in più proprio non ce l'hai. Allora ti rassegni, ti perdoni, ti giustifichi e con una fascina di alibi belli tosti sotto braccio corri a comprare un po' di piastrelle di sfoglia all'uovo da scaffale.

Con molti atti di contrizione - ma con la salvifica approvazione dei commensali - salti gli spinaci ex-busta in padella con uno spicchio d'aglio da perdere e un po' di sale. Li strizzi a manetta e li picchi con il coltello grande fino ad averne un trito fine. Mescoli con 1kg di ricotta ed ecco il tuo "magro" bell'e che pronto.

Nel frattempo hai fatto partire il roux 100/100: un etto di burro, un etto di farina, e una casseruolina in cui fai intridere le due componenti fino a tostarle un poco. Poi aggiungi un litrozzo di latte bollente, il sale e la noce moscata. Giri la frusta per 20 min fino ad ottenere una consistenza spumosa. hai la tua bella bechamelle.

Imburri il fondo dello stampo, grande, e adagi le lasagne dopo averle fatte andare ben cinque minuti in acqua bollente salata. Ricopri con 1/3 della ricotta-con-spinaci, una spolverata di P.Reggiano, una sbriciolata di zola vecchio mille giorni e anneghi con la bechamelle. Ripeti l'antifona e una e due volte, e all'ultimo giro infiocchetti con poco burro e il rimanente gorgonzola.

Metti al forno a 170° per 15 minuti, poi spari il grill sopra a 220 per 5 min. Se vedi comparire i segni amorevoli della Maillard, sei pronto.

Sforna, attendi la 10 minuti, poi aiutandoti con una spatola servi almeno 12 pozioni abbondantissime.