Frammenti
Moser: Brut Nature 2013

Moser: Brut Nature 2013

Mentre lo Chardonnay spumeggia vigorosamente nel bicchiere ho in mente ore volate a velocità iperurania, quella pedalata nobile ed elegante, continua e potente. Altro universo rispetto ai frenetismi ipercalcolati dei tempi moderni, in cui pure la traspirazione è misurata al micrometro. Facile lasciarsi prendere dall'analogia, perchè questo Brut Nature è proprio così: elegante e potente. Almeno: il sorso lo è per certo.
Il profumo s'affaccia con garbo e riporta riso al vapore e cose spiritose. Ha frutti brividosi e una generale delicatezza, a tratti inscritta in una sorta di timidezza. Il sorso di contro, sidiceva: ed è pure maturo, mai grasso, tirato via da una riga fredda che lo conduce lontano, verso un finale che non s'arrende lestamente, tra momenti citrini.
E resisto pure alla tentazione di scrivere la parola "sprint".

PS.: questo Francesco Moser è proprio quel Francesco Moser, per i tre che non lo sapessero.