Frammenti
Perinato, il soave vulcaniano di Gianni Tessari

Perinato, il soave vulcaniano di Gianni Tessari

Gialleggia il Perinato - cru Pigno - a riprendere la nuance particolarmente calda del vetro della bottiglia, trapelando intimità grigioverdi.

Abbranchi il profumo non privo di grossezze, con tutto quell'armamentario tondeggiande che t'accoglie d'acchito, con richiami spiritosi e sfumature di maturità: il timbro della fermentazione in tini di rovere è aperto e chiaro. L'intuizione di frutta matura è felice, la virgola finale chiama la pasticceria.

Ma è il sorso che scavalla, e trasferisce il Perinato nello scaffale dei Soave Classico memorabili: la freschezza è un turbine, il succo è asprino, l'armonia è nei contrappunti. Dichiara giovinezza e palesa un'età adulta, pronta per una dichiarazione di godevolezza folgorante. Lampare.

Lo vorrai con trote arrosto e alla mugnaia, risotti con l'anguilla, formaggi di medio impasto da latti vaccini.